IRAPAY (“Lepidocaryum tenue”)

L’Irapay è una piccola palma alta circa 4 metri. Il suo nome scientifico è “Lepidocaryum tenue” e cresce nel sottobosco formando grandi gruppi di piante o “manchales” anche chiamati “Irapayales”.
La pianta d’irapay ha vari “tallos” fini, di color caffé e presenta da 10 a 15 foglie. La singolaritá dell’irapay é che le foglie hanno la forma del palmo di una mano, peró con quattro sezioni (per questo si dice che ha “foglie palmate”).
L’Irapay produce spighe, nelle quali si trovano i piccoli fiori di un colore bianco giallognolo.
I frutti dell’Irapay raggiungono la maturità da marzo ad aprile e da settembre a ottobre, assumendo un colore arancio-rosso o giallo-rosso. Ogni frutto contiene un seme.
La palma dell’Irapay cresce in foreste con terreni non inondabili per periodi lunghi e/o su suoli sabbiosi o argillosi, con buon drenaggio.
E`una palma d’ombra, non tollera la luce diretta
del sole e si propaga per i semi e per i rizomi piú conosciuti come “máchiques”.
L’Irapay é distribuito nella regione amazzonica di Venezuela, Colombia, Brasile e Perú. In Perú si trova nelle Regioni di Loreto, Ucayali e San Martín.
L’Irapay è una risorsa molto importante per l’economia familiare di tutte le comunitá della foresta amazzonica peruviana. Con le foglie dell’Irapay si tessono le migliori “crisnejas” che poi sono commercializzate nella cittá di Iquitos e in varie città all’interno della foresta amazzonica peruviana. Servono per coprire i tetti della maggior parte delle case nelle zone rurali e urbano-marginali dell’Amazzonia.
L’Irapay è anche importante da un punto di vista naturale. Infatti, il frutto di questa palma serve da alimento per diversi animali ed uccelli che a loro volta, servono da alimento alle persone. Inoltre, allo stesso tempo, attraverso gli escrementi, disseminano i semi per tutta la foresta.
Fino a pochi anni fa, la maggior parte degli estrattori di foglie di Irapay tagliavano tutte le foglie della pianta, per cui la stessa non resisteva e moriva.
Ció ha determinato un grave problema ambientale, giacché grandi estensioni di “Irapayales” sono state distrutte. Per tale ragione l’habitat naturale ha subito un graduale impoverimento, generando crescenti difficoltà per molti animali della Foresta.
Con la distruzione degli “Irapayales” si è avuto anche un grande impatto negativo dal punto di vista socio-economico, dal momento che molte famiglie che vivevano di questa risorsa, si sono trovate senza poter ottenere entrate economiche che ottenevano dalla vendita delle “crisnejas”. Attualmente infatti non si trovano Irapay vicino alle comunitá che, pertanto, devono essere cercate e trasportate da molto lontano. A causa di ciò i manufatti da essi derivati hanno subito un rialzo di prezzi non facilmente compatibile con le risorse economiche locali.
Affinché le palme di Irapay non scompaiano totalmente – e questo è uno degli obiettivi di Horizonte Verde – si deve far comprendere alla popolazione delle comunitá amazzoniche che se questa risorsa non è gestita adeguatamente, in maniera sostenibile, presto scomparirá.
Attualmente si conoscono tecniche che permettono di gestire in modo sostenibile l’Irapay. Ma per applicare queste tecniche è importante che la maggior parte possibile di donne, uomini, bambini, professori e autoritá delle comunità sia informata e concorde per realizzare un lavoro di controllo e gestione di questa importantissima risorsa naturale.
Uno degli aspetti piú importanti per portare avanti questo lavoro è che i professori delle scuole elementari delle nostre comunitá amazzoniche inseriscano il tema di conservazione ed utilizzo sostenibile degli “Irapayales” nelle loro lezioni.
Condividi